Le arance sono un tipo di agrume ipocalorico e altamente nutriente. Contribuiscono a una pelle luminosa e chiara e possono aiutare a ridurre molti rischi per la salute.
Le arance sono frutti dolcissimi e possono essere consumati in molti modi diversi: Come succhi e marmellate, mangiarli interi o utilizzare la scorza per aggiungere un sapore a torte e dessert.

Questo famoso agrume è particolarmente noto per il suo contenuto di vitamina C. Tuttavia, le arance contengono una serie di altri composti vegetali e antiossidanti che possono ridurre l’infiammazione e combattere malattie.
In questo articolo, esaminiamo i numerosi benefici per la salute delle arance, il loro profilo nutrizionale e come includerne di più nella dieta.

Benefici

I nutrienti delle arance offrono una serie di benefici per la salute.

Pressione sanguigna

Le arance non contengono sodio, il che aiuta a mantenere la pressione sanguigna sotto controllo. D’altra parte, una tazza di succo d’arancia può aumentare l’assunzione giornaliera di potassio del 14%.
Mantenere un basso apporto di sodio è essenziale per abbassare la pressione sanguigna. Tuttavia, aumentare l’assunzione di potassio può essere altrettanto importante per ridurre il rischio di ipertensione, in quanto può aiutare a sostenere il rilassamento e l’apertura dei vasi sanguigni.

La salute del cuore

Le arance sono una buona fonte di fibre e potassio, che possono entrambi sostenere la salute del cuore.
Secondo una ricerca del 2017, il consumo di una quantità sufficiente di fibre può ridurre significativamente il rischio di malattie cardiache. La ricerca collega questo effetto alla sua capacità di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.
Una tazza di succo d’arancia può fornire il 14% del fabbisogno giornaliero di potassio di una persona.
L’ODS ha scoperto che le persone con un maggiore apporto di potassio possono avere un minor rischio di ictus e altre malattie cardiovascolari. Lo attribuiscono principalmente agli effetti del potassio sulla pressione sanguigna.

Diabete

Un’arancia media che pesa 131 grammi (g) possiede 3,14 g di fibra, che è quasi il 10% del fabbisogno giornaliero di fibre di un adulto. Diversi studi hanno scoperto che la fibra può migliorare alcuni fattori che contribuiscono allo sviluppo del diabete.
Ad esempio, uno studio del 2019 ha rilevato che il consumo di 4 g di un integratore alimentare di fibre al giorno non ha ridotto la glicemia, ma ha migliorato il modo in cui il corpo risponde all’insulina.

Seguire una dieta che contiene un’elevata percentuale di frutta e verdura può supportare il controllo della glicemia e ridurre il rischio di diabete di tipo 2 e l’evolversi della malattia. Detto questo, una dieta adatta al diabete dovrebbe includere cibi salutari provenienti da una varietà di gruppi alimentari.

Pelle

Consumare abbastanza vitamina C può aiutare a mantenere in salute la pelle. La vitamina C contribuisce alla produzione di collagene. Il collagene sostiene la pelle, promuove la guarigione delle ferite e migliora la forza della pelle.
Il risultato di una ricerca del 2015 suggerisce che la vitamina C nella dieta ha migliorato il modo in cui le persone percepivano la loro salute della pelle e quanto questa avesse inciso sull’aspetto, le rughe, l’elasticità e la ruvidità.