Dieta Paleo

Colazione paleo, come farla nel modo corretto

La dieta del paleolitico è stata per circa due milioni e mezzo di anni l’alimentazione dei nostri antenati. La dieta paleo si basava essenzialmente su carne, pesce, frutta, verdura e frutta secca.

Solo nelle ultime migliaia di anni l’uomo ha introdotto l’agricoltura, che ha portato all’utilizzo anche di nuovi cibi come i cereali, i legumi, latte e suoi derivati, che certamente non erano in precedenza la fondamentale fonte di sostentamento. Questi alimenti hanno portato alla luce numerosi disturbi alimentari e metabolici come: diabete, obesità, celiachia, perdita di massa muscolare e ossea e altri varie patologie.

Il nostro patrimonio genetico è ancora in gran parte settato per rispondere in maniera efficace alla paleodieta e proprio per questo motivo dovremmo eliminare tutti i prodotti derivati dall’agricoltura al fine di rendere il nostro corpo più forte ed efficiente.

I cacciatori traevano fino al 65% della loro energia dagli animali vertebrati, mangiando ogni parte della selvaggina e dei pesci, senza mai consumare latte e derivati.

 

Per quanto riguarda i pasti da consumare, seguendo un regime paleo abbiamo una vasta scelta di cibi, basti pensare che sono concessi tutti i tipi di carne, di pesce e di frutta, anche quella secca, la selvaggina e le bacche, insomma tutto quello che non è trattato o raffinato dall’essere umano. La paleodieta non impone regimi dietetici estremi o il patire la fame, anzi, il senso di sazietà è una delle prerogative principali di questa dite.

 

La colazione

Come è ben noto, la colazione è uno dei pasti principali della giornata, è il pasto che costruisce le fondamenta energetiche del giorno. Seguendo la paleodieta, la colazione dunque non perde la sua importanza. Siccome la dieta paleo prevede l’eliminazione di tutto ciò che è composto da zuccheri, ci troveremo a consumare cibi e bevande prevalentemente salati come caffè, tè non zuccherati e spremute di agrumi, fonti proteiche come uovo o fettine di prosciutto crudo o di salmone, un frutto a scelta e una manciata di mandorle o noci di stagione.

Una colazione tipo potrebbe essere la seguente:

  • Una spremuta d’arancia espressa senza aggiunta di zuccheri;
  • Un frutto come mela o pera;
  • Caffè o tè con un cucchiaino di miele;
  • 50gr di prosciutto o bresaola, per l’apporto proteico.

Una colazione paleo è una colazione che non prevede assolutamente ne latte ne biscotti, è una colazione diversa da quella che la maggior parte delle persone è abituata a fare e quindi i primi tempi potrà essere un cambiamento abbastanza delicato, ma nel lungo termine sarà proprio il nostro fisico ed il nostro metabolismo a non richiedere più i vecchi cibi abituandosi così al consumo di alimenti paleo.

Per preparare una colazione paleo non bisogna essere né chef e ne esperti, le ricette per fare una colazione paleo senza rinunciare al gusto sono tantissime.

Qui di seguito potrete trovare una lista di alcune ricette tipo gustose ed indicate per la dieta paleo:

  • Uova strapazzate con pancetta ed insalata di spinaci crudi condita con limone, sale ed olio di oliva;
  • Mela e sedano spalmati con burro di mandorle. Tè verde senza zucchero;
  •  Carne secca, magari grass-fed, con insalata di avocado. Spremuta di arance;
  • Mix di frutti di bosco e noci. Caffè senza zucchero;
  • Frittata con zucchine e carote grattugiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *